Il principio della scelta dell’investimento

Gli investimenti sono relativi a scelte economiche che si traducono in progetti. Pertanto, per avviare un progetto, è importante porsi delle domande, in particolare sulla scelta dei mezzi, cioè su quale tipo di investimenti sarà adatto. Gli investimenti devono poi riuscire a creare valore. Ciò significa generare un tasso di rendimento superiore al costo opportunità del capitale. Se l’investimento produce valore, allora arricchirà i finanziatori, ma se non lo fa, li impoverirà.

 

Il processo di scelta dell’investimento

Per effettuare una scelta di investimento, procedere come segue:

– Identificare l’investimento;

– Definire i flussi specifici dell’investimento (costo dell’investimento, il flusso di cassa, la sua durata di vita, il flusso di fine vita che include i ricavi o le spese quando l’utilizzo dell’investimento sta per terminare) ;

– Utilizzo di criteri di selezione degli investimenti (payback, valore attuale netto e indice di rendimento interno e di redditività);

– Analisi di sensibilità dei risultati mediante l’esecuzione di vari scenari;

– Il processo decisionale.

Seguendo questo approccio di base, potete essere sicuri che il vostro investimento avrà successo. Ma in linea di principio, tutto si basa sui criteri di scelta di un investimento.

Criteri per la scelta di un investimento

Per misurare la rilevanza di una scelta di investimento, è essenziale valutare i costi e i benefici che essa creerà in futuro. Ciò richiede la realizzazione di flussi di cassa e, allo stesso tempo, una valutazione dei criteri di redditività, nonché una considerazione dei rischi che possono essere associati all’investimento. Tutto questo deve tenere conto di tutte le conoscenze attuali.

Per valutare la rilevanza di un investimento, è opportuno utilizzare quattro criteri di selezione degli investimenti:

– Valore attuale netto (VAN): è una misura della creazione di valore apportata dall’investimento:

– Il tasso di rendimento interno (IRR): è utilizzato per determinare il tasso di rendimento attuariale dell’investimento che annullerà il VAN;

– L’indice di redditività (PI): è un criterio che permette di riflettere il reddito scontato per unità di capitale investito.

– Il payback: aiuta a definire il momento in cui la liquidità viene recuperata per effettuare un nuovo investimento.