Perché stipulare un’assicurazione sulla vita?

Un contratto di assicurazione sulla vita è un contratto stipulato tra l’assicurato, il sottoscrittore, che di solito è l’assicurato, e una compagnia di assicurazione o un istituto finanziario. Si tratta di un contratto che può essere utilizzato come prodotto di risparmio a medio o lungo termine. Il principio di questo contratto è che il sottoscrittore investe una somma attraverso il pagamento di premi per un periodo stabilito all’inizio, e l’assicuratore è tenuto a versare un capitale alla fine del contratto. Sottoscrivendo, ad esempio, un’assicurazione sulla vita, per un periodo minimo di 8 anni si può beneficiare del meccanismo di esenzione dall’imposta sugli utili. Al momento del pensionamento, l’assicurazione sulla vita può essere considerata come un complemento di reddito a condizioni fiscali piuttosto vantaggiose. Può anche costituire una diversificazione del patrimonio. Infine, la stipula di un’assicurazione sulla vita è un mezzo per trasmettere la ricchezza ai vostri discendenti e al vostro coniuge, in caso di morte. Questa trasmissione è infatti accompagnata da un’esenzione fiscale.

 

Come funziona un’assicurazione sulla vita?

Una polizza di assicurazione sulla vita è uno strumento d’investimento ideale, poiché le somme da voi pagate vengono investite. Naturalmente avete il diritto di decidere su questo investimento. L’opzione più sicura è quella di investire il vostro fondo in euro. Il capitale maturerà interessi e sarà garantito. Il tasso d’interesse è generalmente calcolato sulla base del 3-6%. Per ottenere una tariffa migliore, è essenziale confrontare diverse offerte di istituti finanziari, banche e assicurazioni. L’opzione intermedia è il contratto multimediale, che è la diversificazione. Una parte del vostro capitale viene investita in diverse unità di conto secondo il vostro desiderio e l’altra parte rimane su un investimento in euro. La seconda soluzione è garantita. Mentre il primo è soggetto a obblighi di investimento su azioni di fondi comuni d’investimento, ma può essere molto vantaggioso. È in base all’andamento dei mercati immobiliari o finanziari che il vostro capitale diminuisce o aumenta. Infine, l’opzione più rischiosa è il contratto unit-linked. Il vostro capitale non è in alcun modo investito in un fondo in euro. Di conseguenza, il rischio di perdite parziali o totali è molto elevato. Tuttavia, si potrebbe anche guadagnare di più a seconda del mercato finanziario.

 

Come si stipula un’assicurazione sulla vita?

La stipula di un’assicurazione sulla vita richiede l’adozione di determinate misure e il rispetto di alcune condizioni. Per stipulare il contratto, potete contattare la vostra banca, una mutua assicuratrice o una compagnia di assicurazioni, ma anche su Internet. Seguirete le linee guida offerte da queste organizzazioni per poter stipulare un contratto di assicurazione sulla vita. Per quanto riguarda le condizioni da soddisfare, l’abbonato non deve essere sotto tutela e soprattutto deve essere maggiorenne. È inoltre necessario raggiungere il limite di età imposto dal contratto selezionato. In seguito, dovete impegnarvi a pagare i premi secondo le clausole menzionate nel vostro contratto. È necessario compilare un questionario medico assunto dall’assicuratore. Se l’abbonato non è l’assicurato, la prima persona deve informare la seconda per dare il suo consenso. L’assicurato deve avere almeno 12 anni e, se l’assicurato è minorenne, deve ottenere il consenso scritto dei genitori o il consenso del suo tutore legale. Infine, dovete scegliere uno o più beneficiari nel vostro contratto. Questa scelta può essere modificata, in quanto non è definitiva.

 

Come scegliere un contratto di assicurazione sulla vita?

I guadagni che potete ottenere tramite un contratto di assicurazione sulla vita si differenziano a seconda del tipo di contratto scelto. Pertanto, è molto importante scegliere il miglior contratto di assicurazione sulla vita per ottenere il massimo. È quindi essenziale scegliere il giusto distributore e il giusto assicuratore per il proprio contratto. È opportuno confrontare diverse offerte proposte da banche, organizzazioni finanziarie o compagnie di assicurazione. Verificare anche la solidità finanziaria dell’assicuratore. Confrontare anche i rendimenti dei fondi in euro e le quote di conto offerte dagli assicuratori. Prima di decidere una soluzione, studiate il contesto politico ed economico del Paese. Potete chiedere il parere di un esperto per questo. Esaminate anche le varie spese legate al vostro contratto di assicurazione sulla vita. E infine, ha senso stipulare diverse polizze vita con diversi assicuratori di fiducia.