Pro e contro dei fondi di investimento

Come ogni prodotto finanziario, i fondi d’investimento portano vantaggi, ma anche svantaggi.

I fondi d’investimento o i fondi comuni d’investimento sono utili prima di tutto per la loro gestione professionale. Specialisti qualificati si occupano della gestione di un portafoglio di titoli per voi in qualsiasi momento. Questi fondi d’investimento sono un mezzo per variare i vostri investimenti: comprendono un’ampia gamma di titoli e vari tipi di approccio: per livello di rischio (obbligazioni ad alto rendimento, titoli di Stato, ecc.), per dimensione del patrimonio (grandi e piccole capitalizzazioni), per area geografica, per settore economico, per categoria di fondi (mercato monetario, obbligazioni e azioni). Le tariffe d’ingresso e i costi di gestione sono spesso bassi. Infine, avete il diritto di acquistare o vendere le vostre azioni tramite un consulente finanziario di una compagnia di assicurazioni, un broker o su Internet. Potete anche contattare il promotore del fondo.

D’altra parte, non siete in grado di controllare i fondi d’investimento: non potete influenzare le vendite o gli acquisti e non avete idea di quale sia la composizione effettiva dei fondi in un dato momento. Inoltre non avete modo di sapere come il prezzo delle vostre unità si muove da un’ora a un secondo, come nel caso delle azioni. Se vendete o acquistate le vostre quote, non potete vedere il valore rapidamente – il tempo necessario al fondo per calcolare il suo valore realizzabile al momento della vendita o dell’acquisto dei vostri titoli. Per quanto riguarda le commissioni di gestione, dovete restituirle ogni anno, anche se i risultati del vostro fondo d’investimento sono negativi.

 

Fondi a gestione passiva e fondi a gestione attiva

I fondi a gestione passiva mirano a replicare l’evoluzione di un particolare settore, regione o mercato. L’obiettivo primario dei gestori è quello di cercare la sicurezza degli investimenti e di acquisire titoli che costituiscono un indice di borsa. In Lussemburgo, tra gli altri, il primo indice del mercato azionario è il LuxX, che comprende le 10 maggiori capitalizzazioni di mercato del paese. A seconda dell’evoluzione dell’indice selezionato, i gestori fanno oscillare la struttura del portafoglio. Il grado di rischio è simile a quello dell’operazione che replicano.

I fondi gestiti attivamente mirano a sovraperformare il mercato. I manager cercano di ricevere un rendimento interessante e persino di sovraperformare un indice di riferimento. I gestori tengono sotto controllo il contesto economico e modificano le partecipazioni dei loro fondi in funzione dell’evoluzione della situazione. Per avere un sacco di guadagni in conto capitale, compreranno e venderanno in gran numero. Il grado di rischio dipenderà dall’asset allocation del portafoglio tra valori patrimoniali, titoli in crescita, large e small cap.

 

Cosa guadagnano i fondi d’investimento

I fondi d’investimento o i fondi comuni d’investimento sono suscettibili di fornire due tipi di guadagni: la distribuzione e i guadagni in conto capitale. Le plusvalenze da distribuzione sono dovute a plusvalenze di capitale, interessi, dividendi e altri proventi vari generati dal fondo d’investimento.

Le plusvalenze sono dovute all’utile che avrete la possibilità di realizzare vendendo nuovamente le vostre quote del fondo. Al contrario, subirai una perdita. Questi utili possono essere reinvestiti nel fondo o ricevuti in contanti. Per quanto riguarda le imposte, esistono norme molto specifiche che si applicano ai fondi d’investimento. Generalmente, la vendita di quote comporta una perdita o un guadagno in conto capitale, che può essere deducibile o tassabile, a seconda delle leggi fiscali.

Tutti gli investitori possono quindi trovare qualcosa e fare la giusta scelta d’investimento, tenendo conto del loro profilo d’investitore e della loro tolleranza al rischio.

Vi starete chiedendo come ottenere un rischio minimo e un rendimento più elevato per i vostri investimenti. Quello che dovete fare è rivolgervi a un professionista come Julien Vautel.

 

Fondi speculativi

Gli hedge fund, noti anche come hedge fund, sono investimenti rischiosi in un ambiente non regolamentato. I gestori cercano i migliori rendimenti e impiegano tecniche non consentite per i fondi indicizzati e i fondi gestiti attivamente. Sono liberi di effettuare vendite allo scoperto e di utilizzare il debito per aumentare la capacità di investimento. Investire in questi fondi può essere un’eccitante fonte di diversificazione se si è estremamente avversati al rischio. Se siete a questo punto, è meglio evitare questi fondi alternativi.

In breve, i fondi d’investimento sono certamente un’opzione migliore, ma è comunque necessario sapere dove investire. Chiedete al vostro banchiere prima di decidere e stabilite con lui la vostra tolleranza al rischio, se non l’avete già fatto. Questo vi salverà da delusioni e contrattempi. Per informazioni, è possibile seguire l’evento del futuro programma di investimenti consultando un sito dedicato.